trasferimento (2)

2. questionario Mi hanno richiamato dalla clinica per alcuni chiarimenti sul questionario che ho compilato. Abbiamo fissato un colloquio per settimana prossima. Possibile che, dall’ultima volta, abbiano alzato l’asticella? Se qualcuno si stesse chiedendo come riesca a permettermi le spese del trasferimento, la risposta è che sono inserita in un programma sperimentale. Questa volta mi […]

trasferimento (1)

1. pronti, via Lo stato di benessere che avevo guadagnato dopo il viaggio di dieci anni fa, è completamente andato. Pensavo che non ci sarebbero stati altri periodi bui. Credevo che fosse una liberazione irrevocabile. Che delusione. Per sistemare le cose, credo, servirebbe un altro viaggio. Naturalmente, non sarebbe più come la prima volta, quando, […]

l’ulivo (3)

3. Poi le preoccupazioni passarono. Il giorno dell’inizio della mia avventura, mi presentai di buon’ora. Aprì la porta dell’appartamento e la richiusi rapidamente, come se dalla velocità dipendesse chissà che cosa. Ma non ero in vena di rimproverarmi: andava tutto bene. Ero dentro ormai. Scostai le tende per far entrare la luce. Perlustrai tutta la […]

l’ulivo (2)

2. Quella sera faticavo ad addormentarmi. Pensavo le peggiori cose. I ladri che entravano dai Balti di notte. Io non riuscivo a difendermi, si prendevano tutto. Oppure provocavo un incendio. Avevo cercato l’occasione per stare via da casa e dai miei genitori, ma ora mi rendevo conto delle responsabilità del lavoro. Potevo sempre contare sulle […]

l’ulivo

1. Suonai il campanello dei Balti e attesi. “Chi è?” chiese la voce femminile al citofono. “Sono Anita perilcolloquio… Sono venuta per il colloquio” ripetei, scandendo meglio le parole. Mi aspettavano certamente, là di sopra. E se non fosse stato così, avrei potuto farmi ricevere comunque. Dipendeva da come avrei risposto. “Ho appuntamento con la […]

l’estraneo

Scendeva di fretta i gradini ripetendo tra sé e sé “Nice to meet you, my name is…”, mentre il vicino l’inseguiva chiamandola Margherita, e disturbando la sua fantasia di presentarsi ai colleghi stranieri con un nome in inglese. Ma una volta giunta in strada e trovato il taxi già pronto ad aspettarla, si decise a dargli retta e […]

ascoltando @BalanescuQuartet

…Quando sembra che una melodia sia pienamente realizzata, parte un violino nuovo a riprenderla in modo più compiuto o ne emerge una diversa da un nuovo strumento –  un contrabbasso – a spingerla più su. Tutto ora sembra perfetto ma c’è qualcosa, un moto paziente, materno, che dice aspetta, riproviamo, potrebbe essere meglio, e subito mostra […]