Alto potenziale

Il giorno del colloquio la candidata indossava un impeccabile completo nero Armani. Aveva degli splendidi capelli ricci, pieni e morbidi, che le incorniciavano il viso. Aveva aspettato che la chiamassero seduta sul divanetto della hall, e sebbene fosse arrivata puntuale, almeno mezz’ora prima, non aveva dato segni di impazienza. Era l’immagine della tranquillità e della […]

Scrivendo un racconto SF

Mi sistemai in una camera con il letto singolo e trascinai la scrivania sotto alla finestra. Ne avrei fatto il mio studio. Intendevo scrivere un racconto di fantascienza! Mi piaceva il genere fantascientifico perché ti permetteva di parlare di cose reali, estremizzandole. Pensavo di saperne qualcosa perché da piccola avvertivo le cose come abnormi ed […]

i candidati (foto @emilie_soumagne)

1. L’ufficio, in centro, era in un seminterrato. Si scendevano le scale e si attraversava un corridoio illuminato a giorno da luci al neon, fino alla porta con la targa “Agata Crespa. Consulente per il ricollocamento al lavoro e la crescita professionale”. Era in uno stabile di un’amica architetto ma non ricordo se me l’avesse […]

ascoltando @BalanescuQuartet

…Quando sembra che una melodia sia pienamente realizzata, parte un violino nuovo a riprenderla in modo più compiuto o ne emerge una diversa da un nuovo strumento –  un contrabbasso – a spingerla più su. Tutto ora sembra perfetto ma c’è qualcosa, un moto paziente, materno, che dice aspetta, riproviamo, potrebbe essere meglio, e subito mostra […]