Alto potenziale

Il giorno del colloquio la candidata indossava un impeccabile completo nero Armani. Aveva degli splendidi capelli ricci, pieni e morbidi, che le incorniciavano il viso. Aveva aspettato che la chiamassero seduta sul divanetto della hall, e sebbene fosse arrivata puntuale, almeno mezz’ora prima, non aveva dato segni di impazienza. Era l’immagine della tranquillità e della […]

Scrivendo un racconto SF

Mi sistemai in una camera con il letto singolo e trascinai la scrivania sotto alla finestra. Ne avrei fatto il mio studio. Intendevo scrivere un racconto di fantascienza! Mi piaceva il genere fantascientifico perché ti permetteva di parlare di cose reali, estremizzandole. Pensavo di saperne qualcosa perché da piccola avvertivo le cose come abnormi ed […]

i candidati (foto @emilie_soumagne)

1. L’ufficio, in centro, era in un seminterrato. Si scendevano le scale e si attraversava un corridoio illuminato a giorno da luci al neon, fino alla porta con la targa “Agata Crespa. Consulente per il ricollocamento al lavoro e la crescita professionale”. Era in uno stabile di un’amica architetto ma non ricordo se me l’avesse […]

fughe

Qualche volta immagino di andarmene, per sempre! Volare via. Nascondermi. Nelle fughe delle piastrelle, in cucina.   (foto di Lili @emilie_soumagne)

una storia (2)

Stavo scrivendo ma ho inciampato, sono dovuta tornare indietro per ricominciare. Visto che conoscevo il percorso sono andata più spedita, ma ho perso virgole e punti,.,,,…,,.,,, Mi è toccato riprender tutto dall’inizio. Questa volta non sono ripartita subito, ho aspettato qualche momento ———————————————– Ho voluto provare un’altra strada e sono caduta. Che dolore. Alla fine […]

la formica (ambiente famigliare)

Uno. Sente la porta d’ingresso aprirsi, giu di sotto. E’ suo padre che rientra dal solito giro in bicicletta. E’ uscito anche questa mattina nonostante la pioggia… C’è ancora un pò di tempo. La madre starà preparando la colazione. Latte caldo e torta fatta in casa, rigorosamente senza conservanti. Sarebbe meglio alzarsi dal letto e […]

autunno

Sono così stanca! No, non credo di riuscire ad arrivare alla prossima estate. Lasciatemi qui adesso, e andate avanti senza di me! Certamente me la caverò… #autunno #condizioniavverse #lamentele #scritturebrevi

ascoltando @BalanescuQuartet

…Quando sembra che una melodia sia pienamente realizzata, parte un violino nuovo a riprenderla in modo più compiuto o ne emerge una diversa da un nuovo strumento –  un contrabbasso – a spingerla più su. Tutto ora sembra perfetto ma c’è qualcosa, un moto paziente, materno, che dice aspetta, riproviamo, potrebbe essere meglio, e subito mostra […]

il colloquio

Siedono l’uno di fronte all’altro, ai due lati della scrivania. Sulla bocca dell’esaminando c’è un rivolo di saliva. L’esaminatore si sporge verso di lui. Non è saliva, è un filo. Lo prende con delicatezza, comincia a tirarlo. Il filo esce lentamente, lungo e sottile. Si ammucchia sulla scrivania. L’esaminando pensa di aver risposto bene… L’intervistatore gli […]

visita di mia madre

Quella signora che mi si è avvicinata, in cerca di affetto e di attenzioni, io non la conosco. Pensare che va dicendo in giro che sono suo figlio. Ma si sbaglia, mia madre era una donna ben diversa. Altera e distaccata. La ricordo bene, la riconoscerei tra mille. Mia madre non la scambierei per nessun’altra. […]