visita di mia madre

Quella signora che mi si è avvicinata, in cerca di affetto e di attenzioni, io non la conosco. Pensare che va dicendo in giro che sono suo figlio.
Ma si sbaglia, mia madre era una donna ben diversa. Altera e distaccata. La ricordo bene, la riconoscerei tra mille. Mia madre non la scambierei per nessun’altra.

Era un tardo pomeriggio estivo. Stavo correndo in giardino. Mi sentii chiamare. Era mia madre sul balcone di casa nostra. Sì, arrivo! Era già ora di rientrare. Bastava non fermarmi e continuare verso casa.

Poi pensai un’altra cosa, sempre correndo. Lei non mi aveva ancora visto. E se avessi finto di non aver sentito, e fossi tornato indietro?

Quella domanda è il primo peccato che ricordi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...